Autoservizi pubblici Bellinzona e dintorni

Autoservizi pubblici Bellinzona e dintorni

Logo: TPB Bellinzona

La nuova rete di trasporto

La nuova offerta di Trasporto Pubblico del Bellinzonese (TPB) ha l’obiettivo di migliorare sensibilmente il servizio nel comparto urbano dell’agglomerato, rendendo più semplici, frequenti e diretti i collegamenti al suo interno e creando le migliori coincidenze sia con la rete ferroviaria TILO, sia con i bus regionali verso le zone periferiche e le altre regioni. La nuova rete è concepita per integrarsi al meglio con la futura messa in esercizio della linea AlpTransit del San Gottardo e del Monte Ceneri.

Le cinque linee urbane – di cui una completamente nuova fra Giubiasco, Sementina, Monte Carasso e Bellinzona – collegano i principali punti d’interesse della regione dalle stazioni FFS, all’ospedale, alle scuole, alle case per anziani, ai centri commerciali, agli uffici amministrativi, sino alle principali zone di svago e di attrazione turistica.

Con potenziamenti mirati e coincidenze con le linee urbane migliorano anche le due linee regionali verso nord, una sulla sponda destra e l’altra sulla sponda sinistra del fiume Ticino, e la linea regionale della Valle Morobbia.

L’offerta è completata con un servizio di trasporto notturno il venerdì e sabato notte.

Linee urbane

Linea 1 (62.201)
Castione–Arbedo–Bellinzona–Giubiasco–Camorino

Asse portante della rete urbana, la linea 1 offre collegamenti ogni 15 minuti tra Camorino e Arbedo (semi-oraria tra Arbedo e Castione) durante tutto l’arco della giornata. L’ultima corsa è prevista alle 23:10 da Bellinzona in direzione di Camorino e alle 22:20 (alle 23:20 il venerdì e il sabato) da Bellinzona verso Castione.

Linea 2 (62.202)
Bellinzona–Monte Carasso–Sementina–Giubiasco

La nuova linea 2 collega tutti i giorni fin verso le 21:30, passando da Monte Carasso e Sementina, le stazioni FFS di Bellinzona e Giubiasco con coincidenza con tutte le altre linee e la rete ferroviaria TILO, La cadenza in settimana è di 15 minuti negli orari di punta e di 30 minuti il resto della giornata. Semi-oraria il sabato pomeriggio e oraria il resto del fine settimana.

Linea 3 (62.203)
Bellinzona–Giubiasco–Camorino–S. Antonino

La linea 3 collega, passando da Giubiasco e Camorino, Bellinzona a S. Antonino sino ai centri commerciali con una cadenza di 30 minuti in settimana e il sabato pomeriggio e oraria il resto del fine settimana. L’ultima corsa è prevista alle 22:40 da Bellinzona verso S. Antonino e alle 23:15 da S. Antonino verso Bellinzona.

Linea 4 (62.204)
Piazzale Stazione–Daro–Artore–Cast. Sasso Corbaro

La linea 4 serve la collina di Daro-Artore durante tutti i giorni della settimana dalle 06:50 alle 20:00 circa. Nella struttura d’orario sono integrati i trasporti degli scolari SI e SE e quattro corse giornaliere sino al Castello di Sasso Corbaro.

Linea 5 (62.205)
Pratocarasso–Piazzale Stazione–Ravecchia (Ospedale)

La linea 5 serve il centro di Bellinzona e collega in modo diretto la stazione FFS all’Ospedale San Giovanni tutti i giorni della settimana fin verso le 22:30 con corse generalmente ogni mezz’ora e ogni quarto d’ora negli orari di punta. La domenica il servizio è garantito con cadenza oraria.

Bus Notturno Bellinzona, Linea 271 (BNB)

La nuova offerta di trasporto pubblico è completata da un servizio notturno durante il weekend. Le corse collegheranno le stazioni FFS di Bellinzona e Giubiasco (coincidenza con il treno TILO-pigiama) alle località di Bellinzona, Daro, Artore, Monte Carasso, Sementina, Gudo, Cadenazzo, S. Antonino, Camorino, Giubiasco, Pianezzo, Ravecchia, Arbedo, Castione, Lumino, Claro, Preonzo, Gnosca e Gorduno il venerdì e il sabato notte.

Acquisto dei titoli di trasporto

È importante avere il proprio titolo di trasporto prima di salire sui bus e a questo scopo è possibile recarsi in uno dei punti di vendita AutoPostale oppure usare i distributori di biglietti posti a tutte le fermate delle linee urbane tranne quelle servite unicamente dalla linea 4. I distributori di biglietti rispettano gli standard dalla legge sui disabili (LDis) e permettono l’acquisto delle varie tipologie di biglietti, il rinnovo gli abbonamenti settimanali e mensili, il caricamento e l’obliterarazione di Ape card; nelle fermate principali i distributori muniti del congruo adesivo permettono anche l'acquisto di quest'ultima.

Fermate e riconoscibilità dei veicoli

L’introduzione del Trasporto Pubblico del Bellinzonese è l’occasione per aggiornare i pannelli e le vetrine informative posti alle fermate delle linee urbane, allineare le grafiche ai requisiti previsti dalla legge sui disabili (LDis) e posare distributori automatici. Una nuova livrea permette di differenziare con chiarezza i veicoli delle linee urbane da quelli delle linee regionali; tutti gli autopostali sono muniti degli indicatori necessari a individuare il veicolo corretto per la propria destinazione.

Veicoli per l’ambiente

Le cinque linee urbane sono attive grazie ad una flotta di 20 veicoli. Il Trasporto Pubblico del Bellinzonese intende impegnarsi in maniera concreta per favorire il miglioramento della qualità ambientale e gli 8 veicoli muniti di motore ibrido rappresentano simbolicamente tale intenzione. La sensibilità ambientale non è però solo una questione di veicoli: l’esistenza di mezzi pubblici è una valida alternativa all’uso dell'automobile, atta a ridurre il traffico, le emissioni nocive e l’inquinamento fonico.

Veicoli per i disabili

I veicoli a pianale ribassato consentono di accedere con agio all’interno del veicolo, in cui sono predisposti, come richiesto dalle norme dalla legge sui disabili (Ldis), la piattaforma per le carrozzelle, annunci visivi e annunci acustici delle fermate.